Analisi di fattibilità: che cos’è e quando serve

in breve

descrizione

Partendo da un’idea, grazie all'analisi di fattibilità, definiamo il target, i competitor, il business plan che traduce in numeri la fattibilità ed una bozza dell'offerta.

ANALISI DI FATTIBILITA’: cos’è e quando serve?

Qual è la prima cosa da fare quando pensi di voler aprire un hotel o un ristorante?
 
Sicuramente capire se la tua idea è valida ed economicamente sostenibile nel territorio o nei territori individuati.
 
Per ottenere queste informazioni devi fare un’analisi di fattibilità.
 
Questa analisi ti permette di fare una valutazione oggettiva della tua idea, di fare una pianificazione progettuale e di capire se il progetto può funzionare.
 
Il compito dell’analisi è di aiutarti a prendere la decisione giusta grazie alla considerazione degli scenari presenti sul mercato e di tutte le variabili del progetto.
 

COME SI COMPONE l’analisi di fattibilità?

Partiamo dalla tua idea di base, per esempio l’apertura di un ristorante che fa secondi di carne piuttosto che di pesce.
 
🔸 La prima cosa che andremo a fare è capire in quale TIPO DI MERCATO vuoi competere.
 
Una volta individuato il mercato, faremo un’analisi qualitativa e quantitativa, di densità e profondità, per andare a ricavare informazioni che ci permetteranno di capire meglio il comportamento d’acquisto di questo mercato.
 
🔸 La fase successiva è l’ANALISI DEL TARGET; qual è la tipologia di clienti che vuoi attrarre nel tuo locale?
 
Ora che hai definito il target possiamo analizzare quelli che saranno i competitor.
 
Sia il settore alberghiero che quello ristorativo sono saturi, è inevitabile quindi, entrare in concorrenza ed è importante analizzare sia i competitor diretti che quelli indiretti.
 
🔸 Tutte queste informazioni ci aiuteranno a costruire la cosa più importante: il BUSINESS PLAN.
 
Al suo interno si trova l’impianto strutturale degli investimenti e l’analisi di dettaglio.
 
Tornando quindi all’esempio del ristorante, ci sarà anche la composizione dello scontrino, la quantità di scontrini, la tipologia di offerta che hai intenzione di fare e altre informazioni logistiche.
 
Partendo da un’idea, quindi, grazie all’analisi di fattibilità, definiamo il target, i competitor, il business plan che traduce in numeri la fattibilità ed una bozza dell’offerta.