L’importanza di saper formare

L’IMPORTANZA DI SAPER FORMARE

Vuoi far scappare i clienti dal tuo hotel? Senza una formazione costante del tuo team sei sulla strada giusta.

Si dice che il pesce puzza dalla testa, e nell’hotel la squadra che non gira dipende non solo da una cattiva organizzazione. Ma anche dalla mancanza di formazione del personale.

La formazione del personale

E viene da dire: i primi a dover esser formati costantemente dovrebbero essere il proprietario o il direttore della struttura poiché dall’alto di consolidate expertise hanno perso la visione della squadra, focalizzandosi strettamente su numeri e risultati.

Sento dire spesso: non ci sono più i camerieri di una volta, il personale non è più lo stesso. La relazione con i dipendenti è cambiata ed anche la modalità di interazione.

I manager demandano la formazione ma spesso non verificano il processo FADC (formo, affianco, delego, controllo) e non conoscono realmente i fabbisogni formativi del singolo dipendente.

La gestione delle risorse umane

La gestione delle risorse umane ancora oggi riproduce modelli statici e non al passo coi tempi.

Bisognerebbe ripartire da lì, ma il tempo da investire per la formazione non si trova mai, né esiste voce nel budget dei costi, se non per quella parte di mantenimento o aggiornamento delle competenze o quella obbligatoria prevista da normative sulla sicurezza, antincendio e primo soccorso.

Considerata dai più tempo sprecato e un grattacapo non da poco: organizzare le sessioni di formazione, definire il calendario, trovare il periodo giusto, dividere i reparti per formazione ad hoc specifica.

E poi? Meglio farla on the job o in aula lontana dall’ambiente e orario di lavoro?

E con gli hotel stagionali? Quanto impegno e risorse si devono dedicare?

C’è un motivo su tutti che spesso fa desistere dalla formazione professionale e tendere al “fai da te”: purtroppo il sistema di formazione continua, è vero, non tiene conto dei nuovi modelli organizzativi aziendali, non guarda le nuove dinamiche del mercato turistico, non annovera lo sviluppo di nuove figure professionali e non considera la diversificazione dei percorsi di carriera. Molte realtà alberghiere non si ritrovano in strumenti, tecniche e contenuti oramai da svecchiare. Perché i tempi sono cambiati.

Formare significa fidelizzare

Sta di fatto che senza formazione non esiste valore, i più lungimiranti hanno imparato ad utilizzare la formazione come risorsa per accrescere gli standard di servizio e qualitativi che si traducono in soddisfazione del cliente, fidelizzazione, passa parola positivo. Più formi, più deleghi, più deleghi, più responsabilizzi.

In un mercato estremamente dinamico e assolutamente volubile, riconoscere l’importanza di avere un team preparato e allineato alla filosofia dell’azienda è fondamentale per garantire longevità del business e costanza di qualità percepita dal consumatore finale, che dentro ogni coccola, ogni dettaglio, ogni particolare che rende speciale il suo soggiorno non sa che c’è un treno carico di costante e continua preparazione professionale.