Articoli

Moebius: l’ “osteria gastronomica” dello chef Croatti che sta conquistando Milano


Settecento metri quadrati in un ex deposito di tessuti, in via Cappellini, tra Stazione Centrale e Repubblica a Milano, dodici metri di altezza, una sorta di piattaforma sospesa in aria come una navicella spaziale ed un immenso ulivo, di 700 anni, fatto venire direttamente dalla Calabria, che dal piano terra sale fino al cielo. Tutto […]
Settecento metri quadrati in un ex deposito di tessuti, in via Cappellini, tra Stazione Centrale e Repubblica a Milano, dodici metri di altezza, una sorta di piattaforma sospesa in aria come una navicella spaziale ed un immenso ulivo, di 700 anni, fatto venire direttamente dalla Calabria, che dal piano terra sale fino al cielo. Tutto questo è Moebius, l’ultima avventura intrapresa da Enrico Croatti, chef stellato riminese pioniere del nuovo trend del momento: l’Osteria Gastronomica (avevamo già parlato in un precedente articolo dei food trends del 2019).

Una proposta eclettica che porta la firma dello chef stellato Enrico Croatti

Croatti, classe 1982, ha fatto della passione per la cucina, di chiara matrice romagnola, la professione di una vita, accumulando, sia in Italia che all’estero, un riconoscimento dopo l’altro.Partito con le prima tagliatella a dodici anni, sotto la guida esperta di mamma Franca, ha ben presto spiccato il volo con esperienze di alto prestigio. Cresciuto sotto la guida di un maestro esperto come Gino Angelini a Los Angeles, conquista la prima stella nel 2013 al Dolomieu e fa il bis nel 2018 con l’Oro Bianco di Alicante, primo italiano ad ottenere l’ambito riconoscimento nell’edizione spagnola della Guida Michelin. Croatti è l’esempio calzante dello “chef globetrotter”, ambasciatore della cucina e dei sapori italiani nel mondo con l’obiettivo di trasmettere una cultura, quella della convivialità, e di creare emozioni con i cibi che sono caratteristiche esclusive del patrimonio culinario nazionale. E’ per questo motivo che, dopo il prestigio conquistato a livello internazionale, Croatti è voluto tornare a casa, inaugurando, nello scorso mese di luglio, il Moebius nel cuore di Milano. Un’apertura parziale, in verità, iniziata con i locali del Tapa-bistrot e che si concluderà, per fine settembre, con il taglio del nastro anche della cucina sotto la guida dell’estroso chef.

Ricerca, tradizione e innovazione

Il ristorante, già nella scelta del nome, vuole rappresentare un elemento di rottura con gli schemi, lanciando un’idea di originalità espressa in molteplici forme. Moebius era, infatti, il nome d’arte del fumettista Jean Giraud. Un eclettico creatore di mondi paralleli, che utilizzava questo pseudonimo soprattutto quando realizzava strisce di fumetti di humour nero. E’ proprio la ricerca dell’innovazione che Croatti ha voluto trasmettere nella sua idea di ristorazione: una formula che unisca tutte le sue precedenti esperienze fondendole in piatti in cui si ritrovano influssi spagnoli, francesi, americani, ma con il punto fermo della tradizione romagnola. Moebius

Un locale altamente evocativo

Il Moebius diventa così un locale unico nel suo genere, altamente evocativo e pieno di suggestioni, dove al tradizionale spazio per mangiare si affiancano un palco per i concerti di musica jazz e un’area riservata alla vendita di vinili. Il tutto racchiuso in una cornice di cemento, vetro, ferro e legno che dona agli ambienti atmosfere dal sapore vintage ed industriale. Il locale, a pochi mesi dalla sua apertura, sta letteralmente conquistando i palati altamente critici di Milano, una piazza complicata anche per gli chef stellati. E il progetto di osteria gastronomica, in cui tradizione ed innovazione si fondono in un mix di sapori e sensazioni sta diventando un must nella proposta culinaria meneghina, variegata ed aperta a novità e sperimentazioni.


Scritto da Simona Tenentini

Ruolo: Direttore Sharing Tourism Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con indirizzo politico-amministrativo. Esperta in pubbliche relazioni e social media marketing, si occupa della comunicazione on line di eventi e manifestazioni. Dopo una carriera decennale nella carta stampata e nei quotidiani, attualmente cura anche le pubbliche relazioni della casa editrice Sette Città ed è addetta stampa presso enti, comuni, istituzioni, oltre a rivestire il ruolo di Direttore Responsabile di diverse testate on line e cartacee.

Iscriviti  alla
Newsletter

Ti basta inserire la tua email!


Ricevi periodicamente risorse gratuite, articoli di approfondimento, guide pratiche in e-book e il reminder per i nostri talk bimestrali, in cui intervistiamo esperti del settore e trattiamo tematiche per la crescita del tuo business!

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Certificazioni