Articoli

Standardizzare per ottimizzare: 3 strategie post ripartenza


Siamo già in piena ripartenza. Il post-emergenza Coronavirus ci ha lasciato una situazione complicata e inedita da gestire con attenzione, soprattutto per quel che riguarda le attività di ristorazione, strutture ricettive e chiunque operi nel settore turistico. Quali strumenti hanno in mano gli imprenditori per affrontare questo momento che crea dinamiche totalmente nuove? Uno di […]
Siamo già in piena ripartenza. Il post-emergenza Coronavirus ci ha lasciato una situazione complicata e inedita da gestire con attenzione, soprattutto per quel che riguarda le attività di ristorazione, strutture ricettive e chiunque operi nel settore turistico. Quali strumenti hanno in mano gli imprenditori per affrontare questo momento che crea dinamiche totalmente nuove? Uno di questi è sicuramente il controllo di gestione, che passa attraverso una standardizzazione dei processi produttivi e organizzativi.  

Standardizzazione e sicurezza

Partiamo dall’elemento primario in questa situazione: la sicurezza. Dei clienti e del proprio staff. Un approccio organizzativo preciso, coadiuvato da una standardizzazione degli spazi, dei movimenti, delle distanze e delle mansioni. Queste misure non permettono soltanto all’imprenditore e al gestore del locale di poter avere un controllo totale delle azioni, ma anche allo stesso staff di poter essere operativo al 100% ottimizzando il tempo a disposizione e aumentando il livello di produttività. Come si collega il tema della standardizzazione con quello della sicurezza e infine con il controllo di gestione? La stesura di procedure precise riguardo alla sicurezza del proprio business porta, sul lungo periodo, all’aumento della produttività. Un’attività organizzata trarrà vantaggio rispetto ad un competitor che non presenta standard organizzativi. A maggior ragione in questo periodo post-Coronavirus con protocolli sanitari da rispettare. Tradotto: risorse umane coordinate, procedure di lavoro condivise, maggiore produttività e quindi abbattimento dei costi.  

Standardizzazione e controllo di gestione

Quali strategie adottare per gestire una dinamica così complicata e particolare? Perfezionare la gestione della propria attività: ottimizzando i costi e massimizzando i ricavi. Due obiettivi perseguibili attraverso una corretta standardizzazione delle procedure legate al proprio business. Standardizzare significa porsi delle regole e delle procedure, che diventano prima un insieme di linee guida, e poi un percorso ben definito lungo il quale sia il gestore del locale che lo staff sanno come muoversi e come affrontare ogni situazione. Tutto ciò porta alla pianificazione del lavoro, all’uniformità dei servizi e a una maggiore produttività al netto degli stessi costi.

Quali versanti standardizzare?

Innanzitutto le procedure organizzative. La gestione del team di lavoro e dello stoccaggio all’interno del magazzino risultano determinanti per far sorridere i conti. Un’organizzazione precisa e verticale che prenda piede dalla scelta delle materie prime fino ad arrivare alla valutazione del risultato finale e quindi all’analisi su possibili miglioramenti della strategia. Al centro di questo percorso vitale per l’azienda ricade anche la gestione del magazzino, che mai come in questo preciso momento storico per le attività di ristorazione, hotellerie e turismo risulta determinante. Costruire un percorso di definizione delle materie prime acquistate, del loro prezzo e dei rispettivi fornitori significa avere il polso, lungo tutto l’arco del business, della gestione economica del prodotto e della sua successiva vendita. Ottimizzare la gestione del magazzino si traduce in abbattimento dei costi e maggiore produttività. Questo processo porta alle aziende, mediamente, un risparmio del 5-6% in termini di costi. Le difficoltà che un business può aver riscontrato post-emergenza sanitaria vanno affrontate anche dal punto di vista dell’offerta. Ovvero di quella che è la proposta della propria attività. Cosa offro? Ottimizzo le materie prime a mia disposizione? Come utilizzo gli scarti? La risposta a queste domande conduce sempre verso una standardizzazione dei processi anche nell’analisi della propria offerta.  

Standardizzazione e processi operativi

Scegliere le materie prime, calcolare il food cost, ottimizzare gli scarti. Tutte azioni che se standardizzate portano all’imprenditore un reale guadagno dal punto di vista economico. La standardizzazione di questi processi porta alcuni vantaggi tangibili:
  • La conoscenza di tempi e costi nella preparazione di un determinato prodotto
  • Una migliore gestione delle risorse umane
  • Una migliore definizione del giusto prezzo di vendita
  Standardizzare i processi e analizzare i numeri significa quindi portare un reale valore aggiunto al proprio business. Allo stesso tempo ottimizzando il lavoro all’interno della propria attività. Questo significa aumentare la produttività abbattendo i costi e quindi massimizzare i ricavi. Un controllo di gestione in tempi post-Coronavirus non può fare a meno di un’organizzazione altamente manageriale che riconosca vitale importanza alla standardizzazione dei processi.


Scritto da Francesca Cognigni

Ruolo: Operation Manager – Azienda: gpstudios Laurea in Economia del Turismo, la sua tenacia e professionalità l’hanno portata a diventare Direttore d’hotel in prestigiose strutture in Italia e in Europa e Direttore operativo nella ristorazione per lo sviluppo di due format per un’importante realtà italiana. In GpStudios è Operation Manager costantemente sul campo sia in consulenza che in formazione.

Iscriviti  alla
Newsletter

Ti basta inserire la tua email!


Ricevi periodicamente risorse gratuite, articoli di approfondimento, guide pratiche in e-book e il reminder per i nostri talk bimestrali, in cui intervistiamo esperti del settore e trattiamo tematiche per la crescita del tuo business!

Certificazioni